l’uomo senza volto

Le emozioni e le azioni di chi non riesce a prevaricare, a mettersi in mostra, restano sempre dietro le quinte. In un giorno importante, sentirsi inutile, invisibile.
Ma purtroppo nella vita funziona così: è chi è dietro le quinte che lavora più di tutti. Sul palco si vedono solo i risultati, e solo alla fine della trasmissione, forse , partono dei ringraziamente generali che includono “i tecnici”. Ma chi sono i tecnici? non si sa chi sono, non si sa mai chi è colui che ha creato la magia. Ma quel volto fantasma resta li, dietro le quinte, nella speranza che presto qualcuno ai piani alti si renda conto che lui è li su un grandioso palco, grazie a chi è nelle retroscene, l’uomo sena volto. Questa speranza non smette mai di esistere in chi crede fortemente che l’attenzione che mostra con gioia e rispetto nei confronti degli altri gli sarà ricambiata allo stesso modo.

Una notte trascurata che non tornerà più..
Una lettera conservata che oramai non ha più senso..
E una foto mai scattata..

Restano la gioia e l’amore  immensi, quelli disinteressati, che ti fanno gioire per un grande evento, anche dalle retrovie

[scritto il 17 Aprile 2009]

l’uomo senza voltoultima modifica: 2009-06-14T03:00:31+02:00da dinu0v0
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento